Chi siamo

Il luogo dove mi trovavo era un paradiso terrestre, un connubio tra le più imponenti e aggraziate bellezze della Natura [1]

I Musei del Canal di Brenta sono una rete museale nata dalla volontà di sei diversi comuni vicentini (Cismon del Grappa, Valstagna, San Nazario, Campolongo, Solagna e Pove del Grappa) per creare un tessuto culturale innovativo e qualitativo tra le realtà culturali presenti nella valle del Brenta. Fanno parte della rete musei tradizionali, collezioni ed esposizioni sulla storia, la natura e le tradizioni del territorio e anche quei siti sul territorio di particolare pregio culturale, come la Calà del Sasso, le Grotte di Oliero, il Covolo di Butistone e tanti altri non meno importanti, che costituiscono la naturale estensione sul territorio dei percorsi museali.

La struttura organizzativa della rete museale dei Musei del Canal di Brenta prevede tre comitati con diverse funzioni e compiti, al fine di operare in modo chiaro e funzionale verso le esigenze culturali della valle e i fini istitutivi previsti.

Comitato Direttivo, con la funzione deliberativa, di fornire le direttive sull’assolvimento di tutti i compiti e obblighi oggetto della presente convenzione. E’ composto dal Presidente, dai rappresentati dei soggetti convenzionati con ruolo attivo e dal Direttore della Rete con ruolo solamente consultivo.

Comitato Scientifico, con la funzione consultiva, di mediazione con altri enti di accreditamento scientifico-culturale. Esprime parere sugli indirizzi della Rete e le sue attività per migliorarne la qualità ed esprimere nuove proposte. E’ composto da esperti di comprovata competenza nei temi culturali di pertinenza alla Rete Museale.
Il Comitato Scientifico è l’organo consultivo del cui contributo la Rete si avvale a garanzia della valenza culturale e scientifica, e per la definizione dei propri indirizzi e delle attività nei diversi settori in cui opera. Coadiuva e accredita dal punto di vista scientifico-culturale l’attività svolta dal Comitato Direttivo e dal Comitato delle Associazioni, esprimendo un proprio parere articolato e motivato rispetto ad indirizzi e attività della Rete, contribuendo al miglioramento della qualità, stimolando all’innovazione, promuovendo ed eventualmente mediando le relazioni con enti culturali e di ricerca qualificati.

Comitato delle Associazioni, con la funzione consultiva, di promuovere una sinergia con la Rete Museale in modo da offrire un servizio culturale organico e di qualità, di pianificare e coordinare le attività delle singole Associazioni culturali operanti nel territorio. E’ composto dai rappresentanti delle associazioni che operano attivamente e senza fini di lucro per il progresso culturale o la tutela dei beni territoriali in oggetto alla presente convenzione.

[1George Sand (1804–1876), scrittrice e drammaturga francese che visitò il Canal di Brenta nel 1834.

Data di pubblicazione: 31 agosto 2014
Disqus