Collicello, toponomastica in epoca napoleonica

Toponomastica dal Sommarione napoleonico sulle mappe catastali austriache

Clicca sull'immagine sottostante per vederla ad alta definizione

- Brenta. Brenta: da Brint, Prìnt Brintl, che in dialetto tedesco significa fontana. sorgente; altro significato: vaso, contenitore.
- Busa dei Riva. Canalone presso il ‘Sasso in Brenta’.
- Col del Spizzo. Dal cimbro spitz: monte con un cocuzzolo acuto.
- Collicello. Piccolo colle con un abitato sulla riva della Brenta e al riparo dalla caduta dei massi dell’imponente bastionata rocciosa a monte; il toponimo si è esteso alterreno adiacente.
- Costa. ‘Fianco di montagna’. Oronimo che ha dato il nome anche all’abitato.
- Costa, Contrada dei. Costa è divenuto antroponimo ad indicare famiglie abitanti del luogo. Nel caso la ‘contrada’ è tra l’abitato principale di ‘Costa’ e ‘Valgadena’.
- Isola. Da insula; terreno delimitato dalla strada e dal fiume.
- Mattana. Contrada su terreno pianeggiante sopra una piccola scarpata rocciosa immediatamente a nord di Collicello e poco lungi dalla Brenta, forse da materaria che dal latino medievale materies significa ‘legno’: luogo del legname (?).
- Nogarola. Diminutivo di nogara; indica la presenza di ‘noccioli’ o anche di una piccola pianta di noce. Fitonimo.
- Orto. Piccolo appezzamento con coltivi di pregio.
- Pieretti. Antroponimo dall’omonima famiglia.
- Piovega di sotto. Riferito al luogo di inizio presso il guado, poi ponte, del ‘Tombion’, dell’antica via publica che da qui porta ad Enego. Qui finivano le pertinenze nel Canale di Brenta, del Monastero di Santa Croce di Campese.
- Rasteghe. Forse da regasta: ‘massicciata di sassi’ (Olivieri 1914, p. 137).
- Riva del Brenta. Stretta fascia di terreno sotto gli strapiombi del ‘Sasso in Brenta’.
- Sasso in Brenta. Grande sperone roccioso che si stringe sul fiume Brenta; luogo ideale di controllo della valle. Attualmente denominato ‘Col di Cera’ dalla famiglia che ha dato il nome alla corte di case sulla sommità.
- Val de’ Colombi. Probabilmente dagli omonimi volatili.
- Val de’ Cordoni. Probabilmente da croda: monte.
- Val della Farina. Fitonimo fagus – fagaro- fagarina- farina: boschetto di faggi; anche farina: ‘ridurre in bricciole’ cioè valle con depositi di sabbia e ghiaie.
- Val di Sasso Alto. Contigua, a nord, ai dirupi del ‘Sasso in Brenta’.
- Valgadena. Val Gadena. Gadena, da una base gab, gav, jab, iav: ‘precipizio, gola, torrente incassato’ (Rousset, 1991,p. 82ss. ; Olivieri 1914, p. 101) e così è il luogo. Il toponimo si è poi esteso alla piccola piana contigua.

Data di pubblicazione: 3 ottobre 2010
Disqus