Traduzione Italiana del report "Education an Landscape for Children", Consiglio d’Europa

Educare al Paesaggio

Benedetta Castiglioni

Il volumetto "Educare al Paesaggio" contiene i riferimenti teorici e gli spunti metodologici per le attività con le scuole.

Nel quadro delle iniziative di applicazione della Convenzione Europea del Paesaggio, il presente rapporto si propone di presentare i presupposti, gli obiettivi e le metodologie dell’Educazione al Paesaggio, nei suoi aspetti generali e in particolare nelle sue applicazioni nella scuola primaria e secondaria, a livello europeo.
La prima parte del rapporto presenta i principali punti di riferimento che mettono in relazione l’Educazione al Paesaggio e la Convenzione Europea del Paesaggio, individuando nella Convenzione stessa le basi per la definizione degli specifici obiettivi educativi.
In una prospettiva educativa più ampia, questi obiettivi sono inoltre presentati e approfonditi come aspetti specifici dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (particolarmente importante nel Decennio per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005- 2014 promosso dall’ONU).
Considerando il paesaggio quale patrimonio, la diffusione di una maggiore conoscenza dei paesaggi e dei loro processi di trasformazione, così come lo sviluppo delle abilità di lettura del paesaggio, rappresentano alcuni dei requisiti necessari a rendere le persone più consapevoli riguardo il valore dei luoghi in cui vivono, più aperte nei confronti di altri luoghi e altre culture e più responsabili riguardo la gestione del paesaggio.
Nella seconda parte del rapporto vengono proposti e sviluppati aspetti più pratici ed operativi.
Al fine di evitare la confusione che può derivare dalla polisemia del termine “paesaggio”, risulta tuttavia necessario offrire prima una riflessione sulla definizione del termine e sulle implicazioni che ne derivano.
Viene di seguito proposta una griglia per la lettura del paesaggio, da considerare non come uno strumento didattico in sé, ma come un punto di partenza per costruire le attività scolastiche; questo strumento contiene tutti gli “ingredienti” che ogni percorso di Educazione al Paesaggio dovrebbe avere: l’identificazione e la descrizione degli elementi del paesaggio; l’individuazione degli aspetti immateriali che lo caratterizzano (emozioni, significati, valori simbolici); la messa in relazione con i fattori naturali e antropici che lo “costruiscono”; il riconoscimento dei suoi cambiamenti, dal passato al futuro.
Nelle successive sezioni vengono quindi presentati aspetti specifici dell’Educazione al Paesaggio, sia in termini generali che attraverso indicazioni pratiche: l’attenzione è posta in primo luogo sui diversi aspetti e sulle diverse sfaccettature che è possibile considerare relativamente al paesaggio, mentre successivamente ci si sofferma sui diversi ruoli degli attori coinvolti.
Ogni questione metodologica affonda le sue radici in un quadro teorico e in una prospettiva pedagogica, ed è, allo stesso tempo, presentata nei suoi risvolti concreti.
Vengono infine proposti alcuni esempi di attività e progetti di Educazione al Paesaggio, realizzati nel panorama europeo.

> Educare al paesaggio - PDF, 1.5 Mb
Data di pubblicazione: 14 marzo 2012
Disqus