23 marzo 2012
GRANDI OPERE. Ieri a Mestre l´incontro dei sindaci con i progettisti

Nuova Valsugana un lungo tunnel fino alla Lupa

Il Giornale di Vicenza 23/03/2012

Al summit organizzato ieri a Mestre dalla Regione, nella sede
di vento Strade con Silvano Vernizzi, commissario
straordinario alla Valsugana, erano presenti i rappresentanti
di tutti i Comuni della Valbrenta, ansiosi di conoscere le
soluzioni proposte dai tecnici e dall´impresa Pizzarotti rispetto
alle richieste di modifica alla Nuova Valsugana presentate il
19 gennaio scorso.
Il progetto tocca principalmente Solagna, San Nazario e
Cismon e i primi cittadini di questi Comuni, pur apprezzando
lo sforzo fatto dai tecnici, hanno lasciato l´incontro con
l´amaro in bocca per le poche richieste accolte. La speranza
ora è nella realizzazione di un tracciato tutto in galleria. Un
unico tunnel, però, che con i suoi 12 km e mezzo
supererebbe in lunghezza quello del Monte Bianco,
comporterebbe un notevole aumento dei costi d´opera, tempi
di costruzione più lunghi, maggiori costi di gestione, senza
contare il fattore psicologico che potrebbe indurre l´utenza a
percorrere l´attuale strada gratuita.
«Capisco che l´ipotesi di un tracciato interamente in galleria
che entra da Romano ed esce alla Lupa sia difficile da
realizzare ma per noi sarebbe la soluzione ideale - commenta
Gianni Ceccon, sindaco di San Nazario - Rispetto alle
richieste che avevamo fatto, hanno accolto quella di trovare
una soluzione per San Marino, che verrebbe bypassato da
una galleria di circa 850 metri, con l´ipotesi di un eventuale
abbattimento dell´attuale viadotto. Per la zona Planari hanno
studiato una soluzione diversa e meno impattante, ma che
comunque andrebbe ad occupare il campo sportivo, dove
verrebbe convogliato il materiale di scavo. Resterebbero gli
attraversamenti in viadotto di Sarzè e Lanari, ai quali siamo
contrari».
Per il Comune di Cismon ha partecipato all´incontro il vice
sindaco Pier Egidio Fiorese.
«Abbiamo ribadito di non volere questa autostrada in quanto
pensiamo che non faccia gli interessi dei cittadini del Canale
di Brenta - sottolinea - Sono state rilevate le criticità di
immissione in superstrada a Cismon, resta il problema del ponte della Piovega».
Mentre i sindaci scelgono di concertare soluzioni che coprano gli interessi dell´intera vallata,progettisti e costruttore hanno dato piena disponibilità ad incontrare gli abitanti dei singoli Comuni,
per dare tutti i chiarimenti.F.C.

Data di pubblicazione: 26 marzo 2012
Disqus