Tesi di specializzazione

Paesaggi terrazzati nel Canale di Brenta

Università IUAV di Venezia, 2006

Il lavoro di tesi, inserito all’interno di un corso di Laurea specialistica in Pianificazione della Città e del Territorio, partendo dalla considerazione che il patrimonio terrazzato rappresenta una risorsa importante per la comunità, si è misurato con una drammatica carenza di documentazione e informazioni sul patrimonio terrazzato del Canale di Brenta. Obiettivi fondamentali di tale lavoro sono stati quindi: il censimento e la mappatura della reale estensione della superficie terrazzata e dei muri a secco, la comprensione delle sue caratteristiche e funzioni, il riconoscimento di regole per una loro corretta gestione e salvaguardia.

Questa ricerca di regole ha preso le mosse dalla scelta di quattro microaree corrispondenti a quattro situazioni significative dal punto di vista delle problematiche presenti e degli orientamenti da esse suggeriti: Solagna - area terrazzata in cui la dispersione insediativa rappresenta allo stesso tempo problema e risorsa; Mattieti - nella quale il problema dell’abbandono viene affrontato attraverso il recupero di un nucleo e la riattivazione di un’agricoltura di qualità; Costa - in cui lo studio della correlazione tra versante terrazzato e rischio idrogeologico consiglia buone ‘regole’, innovative o recuperate dalla cultura materiale; aree di mezza costa - “terzo paesaggio”, che non definiscono un luogo preciso, ma, partendo da alcune riflessioni del paesaggista francese Gilles Clement, suggeriscono un cambiamento di senso verso alcuni dei territori abbandonati.

Data di pubblicazione: 18 agosto 2010
Disqus