Progetto Carabidi

Questo studio della carabidofauna del parco delle Grotte di Oliero del della Grotta di Ponte Subiolo, come bioindicatore della qualità ambientale, è volto alla comprensione delle dinamiche della microfauna locale. La conoscenza delle reti ecologiche più minute che si instaurano tra gli organismi è il punto di partenza per determinare la qualità di un ambiente e gli stress ambientali a cui è sottoposto. Il progetto intende ottenere una conoscenza dettagliata su questo gruppo di insetti nelle aree del parco delle Grotte di Oliero e del Ponte Subiolo per valutare la qualità dell’ambiente i suoi parametri ecologici. Il progetto è finanziato e svolto in collaborazione con la Federazione Speleologica Veneta.
I risultati preliminari dello studio possono essere visionati sul numero 20/2012 di Speleologia Veneta

Marzotto A., Battiston R., 2012. La Carabidofauna del Parco Naturale delle Grotte di Oliero e del Canal di Brenta come bioindicatore per il territorio: discussione sui primi dati di raccolta. Speleologia Veneta, 20: 117-120

Abstract
In the article the preliminary results about the monitoring of the carabidofauna inside the Oliero Caves Natural Park are presented. This project, promoted by the Museum of Speleology and Karstology “A. Parolini”, began in 2010 and is still active aiming to evaluate the environmental quality and to achieve data about the biodiversity of this site. Moreover the project has the objective to individuate possible management strategy in order to guarantee the environmental stability and preservation of this natural site.

Riassunto
Nell’articolo vengono presentati i dati preliminari di un progetto, promosso dal Museo di Speleologia e Carsismo “A. Parolini”, di monitoraggio della carabidofauna all’interno del Parco naturale delle Grotte di Oliero. La ricerca, iniziata nel 2010 e tuttora in corso ha lo scopo di valutare la qualità ambientale e informazioni sulla biodiversità del sito in oggetto, e di individuare possibili strategie gestionali per garantirne la stabilità e la conservazione.

Data di pubblicazione: 31 agosto 2014
Disqus